Macchie di cosmetici sugli indumenti: come eliminarle

Da sempre, in tutto il mondo, le donne hanno utilizzato trucchi e accorgimenti per far risaltare il viso, non solo a fini estetici ma anche religiosi e folkloristici. Le romane del terzo secolo a.C, ad esempio, utilizzavano colori e tinture che oggi non ci sogneremmo mai di usare per il make-up: polvere di ocra per le labbra, biacca e gesso per imbiancare il volto e le braccia, la fuliggine per annerire il contorno degli occhi.

Cancellare le macchie di cosmetici

Chissà come facevano, le donne di quell’epoca, a togliere le macchie lasciate sui vestiti da quei rudimentali cosmetici! Oggi come allora, i prodotti per il trucco possono sempre macchiare gli indumenti che indossiamo. Basta lasciarsi sfuggire il mascara, oppure la boccetta di smalto, per ritrovarsi una vistosa macchia sulla t.shirt preferita. Tra tutte, quelle dei cosmetici sono le più difficili da eliminare: prima di buttare via il capo, però, provate questi semplici metodi.

Per ogni macchia un rimedio

  • Le tracce di cipria: provate a cancellarle con una vigorosa spazzolata, seguita da una passata di etere;
  • Di mascara e fondotinta: se i tessuti sono lavabili, strofinate con sapone a secco, lasciate agire per una notte intera e il giorno dopo lavate gli indumenti come al solito;
  • Creme di bellezza: passate sulla parte bagnata benzina o trielina, cospargete di talco e poi spazzolate.
  • Fard e rossetto: picchiettate, senza strofinare troppo, con un batuffolo di cotone imbevuto di etere o alcool. Il trattamento va bene per tutti i tipi di tessuti, tranne che per seta e lino. La parte macchiata si lava poi con sapone e acqua calda. Per cancellare l’alone rimasto, strofinate delicatamente con acqua ossigenata a 24 volumi diluita con acqua naturale.
  • Smalto per unghie: fissate sulla macchia un pezzo di nastro adesivo robusto. Premetelo con forza sullo smalto indurito e poi strappatelo con un colpo secco e deciso. Se rimane l’alone, passateci sopra un pò di trielina.

Seguimi su Facebook