I sorprendenti benefici dei virus nella scienza

Tutti sappiamo cosa sono i virus e, purtroppo, abbiamo sperimentato in prima persona la devastazione che possono causare in tutto il mondo. La pandemia di Coronavirus è stato (e lo è ancora) un momento difficile per ognuno di noi e li ha dipinti nella peggior luce possibile. Tuttavia, non sono tutti negativi.

I sorprendenti benefici dei virus nella scienza
I sorprendenti benefici dei virus nella scienza

I virus hanno aiutato a scoprire il DNA

Sono molto potenti, questo è certo, possono assumere rapidamente il controllo di una cellula e duplicare il DNA del virus più e più volte. È questo potere impressionante che li rende così pericolosi, ma anche così ricchi di potenziali benefici. Gli scienziati sono stati in grado di sfruttare le abilità che possiedono e usarle per scoprire di più e persino migliorare lo stato di salute umana. Ecco alcuni dei sorprendenti benefici dei virus e l’impatto positivo che hanno avuto sulle nostre vite.

Molti di noi danno per scontato che il DNA sia il codice della vita, ma 70 anni fa gli scienziati non ne erano così sicuri. Molti professionisti della scienza credevano che i nostri materiali genetici fossero contenuti all’interno delle proteine ​​del nostro corpo. Un virus noto come “batteriofago T2” è stato utilizzato per dimostrare che in realtà era il DNA a contenere tutto il nostro corredo genetico. Spesso indicati come esperimenti di Hershey-Chase, gli scienziati Alfred Hershey e Martha Chase erano i cervelli dietro questa scoperta.

Il T2 si copia iniettando la sua genetica direttamente nei batteri e assumendo il controllo delle cellule per riprodursi. Due lotti separati di T2 radioattivi sono stati rilasciati sui batteri, uno conteneva DNA incandescente mentre l’altro aveva proteine ​​incandescenti. Gli scienziati hanno presto appreso che i batteri infetti si sarebbero illuminati solo quando erano stati esposti al DNA luminoso. Questo dimostrò una volta per tutte che il DNA era stato trasmesso alle altre cellule e che la proteina incandescente era stata scartata dal virus.

Ingegneria genetica e virus

L‘ingegneria genetica consente agli scienziati di modificare geneticamente le cellule in quasi tutti gli organismi viventi, compreso l’uomo. I batteriofagi funzionano iniettando il loro DNA nei batteri. Erano gli anni ’80 quando gli scienziati appresero che i batteri hanno il loro sistema di difesa naturale, scoprendo così come utilizzare questo sistema per ingegnerizzare il DNA.

Conosciuto come CRISPR/Cas9, questo metodo è un modo veloce, economico e accurato di manipolare il DNA in laboratorio. Funziona in modo simile a uno strumento di “ricerca e sostituzione” nel software e può essere utilizzato per addestrare efficacemente le cellule a cercare geni specifici. Questi geni possono quindi essere disabilitati o addirittura riparati se sono difettosi. Un gran numero di scienziati è fiducioso che CRISPR/Cas9 potrà essere utilizzato come trattamento per malattie comuni.

Supportano i nostri ecosistemi

I batteriofagi non sono solo utili per l’ingegneria genetica o la scoperta del DNA; sono anche fondamentali per il nostro intero ecosistema. Questi tipi di virus sono essenzialmente predatori del mondo batterico e senza di essi il nostro intero ecosistema ne soffrirebbe. Ciò è particolarmente vero nell’oceano, dove il 90% della vita è microbica. I microbi del mare sono responsabili della produzione di circa il 50% dell’ossigeno nel mondo e il processo è possibile solo grazie a essi.

I virus distruggono ogni giorno circa un quinto dei microbi nell’oceano e circa la metà dei batteri. Eliminando questi microbi, il plancton che produce ossigeno viene lasciato con abbastanza nutrienti per supportare alti tassi di fotosintesi. Senza il lavoro dei virus, questo semplicemente non sarebbe possibile.

Gli scienziati hanno anche scoperto che un processo simile funziona con gli insetti nocivi e che i virus sono fondamentali per il controllo delle specie. Quando una specie è sovrappopolata, spesso ne arriva uno e ne elimina un gran numero. Senza virus, perderemmo una notevole quantità di biodiversità in tutto il mondo.

Il mondo non sopravviverebbe

L’idea sbagliata che i virus esistano solo per farci del male e devastare il nostro mondo è quella di cui molte persone si sono innamorate. Ma la verità è che il nostro mondo non sopravviverebbe senza di essi e molti progressi e scoperte significative nella scienza non sarebbero mai state possibili.

Mentre continuiamo a combattere l’attuale pandemia di COVID-19, tieni presente che i virus non sono tutti dannosi e sono una parte fondamentale del nostro stile di vita. Tuttavia, è ancora essenziale proteggerci adeguatamente.

Utilizzo di centrifughe per campioni di virus

Un pezzo vitale dell’attrezzatura in vari tipi di laboratori sono le centrifughe, che possono essere utilizzate per molti scopi di ricerca diversi come la separazione cellulare, la purificazione delle proteine, la separazione di liquidi in base alla densità e all’analisi dei virus. Gli scienziati usano la centrifugazione per pulire il campione e separarlo da detriti cellulari e altre piccole molecole.